IMU per case contigue

La Corte di Cassazione dà ragione agli Enti Locali

Novità per quanto riguarda le unità immobiliari contigue e il pagamento dell''IMU

Con le pronunce dal 2008 al 2017 la Corte di Cassazione aveva ritenuto ammissibile la qualificazione di abitazione principale Ici a tutte le unità abitative contigue utilizzate dal medesimo nucleo familiare, giudicando del tutto irrilevante il fatto che esse fossero censite separatamente, ovvero intestate a soggetti diversi (n. 12269/2010). L’ordinanza n. 20368 del 31 luglio 2018 dice qualcosa di diverso.

Con l’ordinanza n. 20368 del 31 luglio 2018, infatti, la Corte di Cassazione ha rilevato che con l’avvento dell’Imu lo scenario normativo è profondamente cambiato. Di conseguenza, dovendo applicare il principio inderogabile di stretta interpretazione delle norme agevolative, non si può non rilevare la diversa definizione di abitazione principale dettata dall’articolo 13, comma 2, decreto legge n. 201/2011, convertito con modificazioni dalla legge n. 214/2011 e successive modifiche ed integrazioni.

La Corte in particolare si è soffermata sull’inciso normativo dell’Imu, del tutto assente nell’Ici, che qualifica come abitazione principale “l’immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente”. Tale nuova formulazione della definizione impedisce, di fatto, l’applicabilità all’Imu della giurisprudenza formatasi nell’Ici in riguardo alle unità immobiliari contigue che, pur diversamente accatastate, siano destinate ad essere di concreto utilizzate come abitazione principale dall’intero nucleo.

Tale pronuncia conferma la tesi degli enti locali i quali, in presenza di unità contigue occupate dal medesimo nucleo, attribuiscono la qualifica di abitazione principale a una sola delle unità occupate, pretendendo il versamento dell’Imu ordinaria dalle altre. Resterà da verificare se siffatta tesi potrà essere assunta e ribadita dalla Corte anche nel caso in cui i contribuenti abbiano provveduto alla fusione catastale ai fini fiscali delle due o più unità contigue.

pubblicato da Idealista.it | modificato il 11/02/2019 14:58


Gli ultimi articoli pubblicati

01/04/2019 12:18
Quando si decide di acquistare una casa, a cosa bisogna stare attenti ?
Redatto dall''Immobiliare Simonetti sas su pubblicazione IDEALISTA

01/03/2019 16:34
Proroga comunicazione spese ristrutturazione condominio 2019
L’Agenzia delle Entrate ha spostato il termine al prossimo 8 marzo.

01/03/2019 11:47
Reddito di cittadinanza
Pubblicato da Idealista

11/02/2019 11:57
Servizi che una agenzia immobiliare deve fare
L'attestazione di conformità, questo sconosciuto

15/01/2019 17:33
Dal 2019 cedolare secca anche per locazioni commerciali
Scopri le regole per poterne fruire

14/01/2019 18:14
La TARI a chi spetta pagare?
PUBBLICATO DA IDELISTA